Provvigione agenzia immobiliare: quando, come, perchè pagare

provvigione agenzia immobiliare
Provvigione agenzia immobiliare: quando, come, perchè pagare, 3.6 out of 5 based on 17 ratings

Provvigione agenzia immobiliare, principali caratteristiche

 Se devi vendere casa, inserisci il tuo annuncio su ImmobileIN Annunci

Le principali domande che  molti si pongono:

  1. Perchè pagare la provvigione agenzia immobiliare
  2. Qual’è la percentuale di provvigione che spetta all’agenzia immobiliare 
  3. Quando arriva il momento di pagare la provvigione
  4. Come pagare la provvigione

Argomento spinoso quello della provvigione agenzia immobiliare. Da una parte l’agente immobiliare (colui che compie la mediazione) che non può farne a meno essendo unica fonte di reddito, dall’altra chi acquista e chi vende immobili, che preferirebbe sempre evitare.

Per definizione: la provvigione è il compenso dovuto all’agenzia immobiliare che mette in relazioni più parti e grazie al suo intervento si conclude l’affare.

Per pagare c’è sempre tempo…(non sempre)

Quando va pagata la provvigione agenzia immobiliare? Molti pensano che la provvigione va regolata al momento della stipula definitiva, cioè dal notaio, invece non è così. L’agenzia immobiliare, percepisce il compenso di mediazione (diritto alla provvigione) nel momento in cui si è conclusa un’operazione che causa un passaggio di utilità economica. Per meglio specificare: Quando si compie un’ operazione di natura economica che genera un rapporto di obbligo tra le parti (acquirente e venditore) con eventuali conseguenze giuridiche.

Provvigione agenzia immobiliare

Provvigione agenzia immobiliare

Quando si stipula un contratto preliminare, ad esempio o una proposta di acquisto, acquirente e venditore si obbligano a rispettare irrevocabilmente gli accordi presi e in questo caso come già detto scatta il pagamento della provvigione.

Quanto devo pagare per la provvigione agenzia immobiliare?

Per quanto riguarda il costo, non c’è una tariffa precisa. La provvigione è oggetto di trattativa, però in base ai luoghi dove viene venduto l’immobile ci sono gli usi comuni. In ogni caso, facendo una media, la provvigione media usata  per entrambi le parti è del 3%. Nel caso in cui non c’è un accordo preventivo, allora un giudice, nel caso si arrivi in tribunale valuta in base alla provvigione media del compravenduto nella zona.

Devo o non devo pagare la provvigione agenzia immobiliare?

La provvigione da un punto di vista legale, matura quando sussiste un nesso di causalità tra il l’attività svolta dall’agente immobiliare e l’affare concluso.  Se la conclusione dell’affare è avvenuto grazie all’intervento di più agenzie immobiliari la provvigione potrebbe essere ripartita. Se le trattative vengono interrotte per un mancato accordo e poi successivamente riprese la provvigione va sempre riconosciuta nel caso in cui c’è ancora un nesso causale come detto precedentemente, ma se poi la compravendita avviene per opera di iniziative nuove intraprese, e queste non sono riconducibili a quelle precedenti allora la provvigione agenzia immobiliare non va pagata.

Come pagare all’agenzia immobiliare

I metodi più usati per pagare la provvigione agenzia immobiliare sono due:

  • assegno, circolare o bancario
  • bonifico bancario

Ma non sono gli unici mezzi, si può pagare con tutti i sistemi possibili basta che sono tracciabili e ovviamente che corrisponda all’importo scritto in fattura. Assolutamente sconsigliato pagare in contanti.

E se l’incarico di mediazione con l’agenzia è scaduto o non c’è mai stato?

Si potrebbe pensare che alla scadenza dell‘incarico di mediazione , o se l’agenzia immobiliare non abbia un mandato scritto dal proprietario dell’immobile, decade il diritto alla provvigione. Bisogna valutare caso per caso, però i principi di base sono gli stessi. La provvigione si basa , come detto precedentemente sul presupposto della causalità tra l’attività svolta dal mediatore e la conclusione dell’affare, questo indica che non c’è bisogno dell’incarico ma la cosa importante è che le parti non rifiutano l’opera del mediatore, ovvero se le parti si accordano anche solo per la visione dell’immobile grazie all’opera del mediatore e sono tutti consapevoli della presenza di questo soggetto che media per la riuscita dell’operazione con la conseguente richiesta di provvigioni, allora anche se non è mai stato firmato un’incarico con il proprietario dell’immobile, la provvigione è sempre dovuta. Quando non c’è un’incarico scritto potrebbe capitare che non ci sia stato accordo tra proprietario dell’immobile e agenzia immobiliare sulla provvigione dovuta, quindi, se  non riescono a trovare un giusto compromesso , Il giudice potrà stabilire la provvigione in base agli usi del luogo in cui si è compiuto l’affare, oppure si provvede secondo equità. La Provvigione agenzia immobiliare è un tema molto frequente tra le aule di tribunale e le sentenze sono tante. Con questo post ho voluto, in linea generale mostrare che cosa è la provvigione e alcune caratteristiche principali. Se vuoi sapere altro o vuoi hai un problema da esporre commenta qui sotto.

Questo articolo è stato utile? Condividilo sui social network

Avete letto: provvigione agenzia immobiliare – quando, come, perchè pagare la provvigione ImmobileIN —

Autore: Matteo Pignatelli

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 3.6/5 (17 votes cast)

133 Responses to Provvigione agenzia immobiliare: quando, come, perchè pagare

  1. Gianpiero Isoni scrive:

    Le chiedo un consiglio su un caso che mi è capitato pochi mesi fa’: incarico scritto da parte del venditore riguardante la vendita di un immobile adibito a Ristorante, e-mail inviata alla parte acquirente con tutta la documentazione ma nessuna proposta scritta successiva. Nel mio periodo di ferie le due parti si incontrano e fanno la cessione di quote della srl proprietaria del l’immobile. L’acquirente si rifiuta di pagarmi la fattura perché a suo dire non ho svolto un’attività di mediazione ma solo una consulenza finanziaria e il proprietario, avendo ceduto la società solo per il valore nominale, dice di non aver percepito soldi e non è in grado di pagare. Devo decidere se è come andare avanti considerando che la sola emissione delle fatture x 30.000,00 mi costerebbe il pagamento dell’invasione, tasse sulla fatturazione e spese legali…. Grazie x qualsiasi consiglio posso darmi. Saluti

  2. Salve Gianpiero,
    Credo che sia rischioso in termini economici iniziare un’azione legale. Non avendo tutti i dettagli della faccenda, da quello che ho potuto capire leggendo la sua domanda, ci sono diversi punti a suo sfavore. Una primo punto è dimostrare che c’è stata intermediazione, un’email non è come una firma su un cedolino di visita. Ammesso che riesce a dimostrare l’intermediazione, la giurisprudenza è incerta sulla cessione di quote. Si considera la cessione di quote una attività diversa dalla compravendita dell’immobile, anche se indirettamente l’immobile viene acquisito e quindi considerando due affari distinti non ha diritto a nessun compenso. Un terzo punto è che se non c’è stato un “Passaggio di utilità economica” non può scattare la provvigione. Un punto invece a suo favore, è la corposa provvigione che ne deriverebbe, se fosse dimostrato il contrario di quanto detto sopra.
    Se vuole, mi aggiorni su come agirà, potrà essere utile anche ad altri lettori, come ho scritto nel post il tema provvigione agenzia immobiliare, riguarda tante persone.

    In bocca a lupo.
    Matteo Pignatelli – ImmobileIN

  3. tony scrive:

    vorrei anche pagare la provvigione all’agenzia immobiliare se fosse meno cara, in un’agenzia, prima di iniziare a trattare, mi hanno chiesto il 4% su 240000. Non credi che è un pochetto esagerato?

  4. monica scrive:

    Salve, sono monica e vorrei sapere se dopo aver fatto la proposta per un capannone in affitto e dopo che il proprietario mi ha accetato io mi sono ritirata per motivi che non riuscivo piu ad afrontare come il bussiness plan che avevvo sbagliato i conti, quindi io mi sono ritirata prima del giorno stabilito, allora devo pagare lo stesso la provigione o no se il contratto non e stato ancora firmato? Aspetto gentilmente una risposta, grazie

  5. Ilaria scrive:

    Ciao, se il proprietario non accetta la proposta di acquisto e poi vende privatamente al suddetto proponente, cosa succede?

  6. Ciao Ilaria,
    paga comunque la provvigione. In questo caso è chiaro che l’intervento dell’agenzia ha contribuito alla compravendita.

  7. mario scrive:

    salve,
    vorrei comprare un immobile e firmare il compromesso con la clausola “salvo accettazione mutuo”. Dovrò pagare ugualmente l’agenzia al momento del compromesso con il rischio che la vendita non vada a buon fine? come posso evitarlo? se l’agenzia accetta di essere pagata al momento dell’accettazione del mutuo dovrò farlo scrivere nel compromesso?
    saluti

    • Ciao Mario,

      Non c’è una regola scritta, è un accordo tra le parti (in questo caso tu e agenzia immobiliare).

      Se la pratica è salvo accettazione mutuo, anche la provvigione dovrebbe rispettare la stessa regola. Potrebbe bastare una scrittura tra te e l’agenzia dove si indica quando maturerà la provvigione.

      Sono sicuro che se di questo dubbio ne parlerai con il tuo agente immobiliare ti guiderà lui su come meglio fare per farti stare tranquillo.
      A presto.

  8. Ruggiero scrive:

    Buongiorno,
    Proprio ieri ho ricevuto la conferma della proposta accettata per l’acquisto di un immobile, ma andando a rileggerla, mi sono reso conto di aver fatto una cavolata io, ed una loro:
    - la mia è stata quella di non aver fatto caso (nonostante abbia detto all’agente di avere necessità del mutuo) che ci fosse scritto “vincolato dall’accettazione del mutuo”
    - la loro di non aver scritto sulla proposta (mi hanno parlato solo a voce di 3000 € su 50000 € di acquisto chè è giá una cosa assurda) la loro provvigione.

    Ora le mie domande sono due:
    - per la mia parte, sarebbe possibile riscrivere la proposta d’acquisto, e qual’ora non lo fosse e non mi accettassero la richiesta di mutuo, cosa accadrebbe avendo dato 5000 euro di caparra?
    - per la loro parte, essendo una provvigione eccessivamente alta ma non avendola specificata in fase di proposta, posso richiedere che venga applicata la percentuale “standard” per l’acquisto di un appartamento cioè del 3%?
    Grazie in anticipo e spero di ricevere una vostra risposta quanto prima,

    Ruggiero

  9. emanuele scrive:

    Buongiorno, ho fatto un’offerta in settembre 2012 tramite agenzia che aveva un mandato di 3 mesi, ma dato un mutuo rifiutato non è andata a buon fine. Oggi forse riuscirò ad avere un mutuo e a chiudere direttamente col propietario. devo qualcosa all agenzia?

  10. emanuele scrive:

    ma se è trascorso piu di un anno invece ??

    • Non esiste un tempo definito per la provvigione.

      Il concetto è questo:
      Se la compravendita è avvenuta grazie all’opera di intermediazione dell’agenzia immobiliare, gli spetta la provvigione.

      Se non funzionasse così, per fartela breve, tutti ( o quasi ) attenderebbero la fine dell’incarico con l’agenzia e concludere privatamente. Nel caso tuo è chiaro che l’intervento dell’agenzia immobiliare è stato determinante, non parliamo solo di visita, che già basta, ma addirittura di proposta scritta.

      Se posso darti un consiglio, potresti andare in agenzia e tirare un pò sulla provvigione, magari per la tua disponibilità, e chiarezza, ti fanno uno sconto.

      Questo per due motivi princpali:

      1° per il rispetto del lavoro svolto dall’agenzia immobiliare
      2° perchè, come diceva mio nonno e come credo dicono tutti i nonni, “meglio un cattivo accordo che una causa vinta”, che tra l’altro dubito che la spunteresti.

      Questa è solo la mia opinione. A te, la migliore scelta.

  11. emanuele scrive:

    io so che l articolo 1755 recita : In ogni caso, il diritto del mediatore al pagamento si prescrive (si estingue) in un anno.

  12. Paolo scrive:

    Salve volevo sapere se non c’è stato un accordo scritto tra il venditore e l’agenzia immobiliare e non è stato firmato un verbale di visità dell’immobile. Se dopo qualche mese si mettono d’accordo venditore e acquirente per l’acquisto dell’immobile il mediatore puo’ sempre rivalere la provvigione? E se si con quali prove?

  13. Alex scrive:

    Salve..Ho firmato la proposta d’acquisto senza la clausola” salvo accettazione del mutuo” e la banca mi ha dato picche rifiutandomi la delibera per il mutuo ipotecario.Ora l agente immobiliare mi richiede comunque tutta la provvigione del 3% e non vuole farmi nemmeno 1 euro di sconto nonostante io non sia riuscito ad acquistare casa.Immagino gli sia dovuto tutto il compenso.Ora le chiedo ..c e un modo per evitare di pagare?.. (Ad esempio a me risulta che questa agenzia non sia iscritta all albo dei mediatori della camera di commercio)…NEL caso sia tutto in regola, se io non pago a cosa vado incontro?..se lui mi fa causa in tribunale cosa rischio di perdere in denaro oltre la provvigione che al mediatore è dovuta?:…grazie per l eventuale risposta…a presto

    • ImmobileIN ImmobileIN scrive:

      Salve Alex,

      Mi dispiace che non ha acquistato l’immobile a causa del mutuo, non è l’unico in questo periodo.

      Per quanto riguarda la provvigione, posso dirle che generalmente la provvigione è dovuta se non c’è “salvo accettazione mutuo” nella proposta, ma comunque va valutato caso per caso.

      Che non abbia il titolo di agente immobiliare ne dubito, un’agenzia immobiliare senza titolo non potrebbe esistere fisicamente sul territorio.

      Se non paga, oltre alla provvigione dovrebbe aggiungere anche le spese legali.

      Se vuole altre informazioni e porre altre domande, la invito a fare la domanda sul forum, inserendo “nuovo argomento”

  14. Valerio scrive:

    Buongiorno,
    vorrei delucidazioni riguardo questo argomento:
    lavoro in una agenzia immobiliare e proprio oggi ho ricevuto una proposta di acquisto da parte di un cliente che ha visto con me un immobile a fine marzo senza però al tempo dimostrare particolare interesse. Mi ha ricontattato dopo 4 mesi avendo venduto una sua proprietà e avendo liquidità per acquistare questo immobile. Nel frattempo però il mio incarico con la parte venditrice è scaduto e successivamente ha firmato un altro incarico in esclusiva con un’altra agenzia.
    La mia domanda è questa: l’agenzia immobiliare attuale ha diritto a provvigione avendo l’incarico in essere? La mia vecchia cliente quindi dovrà pagare la penale pattuita all’agenzia attuale?

    Vi ringrazio in anticipo per la collaborazione e ogni eventuale risposta.

    Saluti

    VD

    • ImmobileIN ImmobileIN scrive:

      Salve Valerio,

      L’agenzia immobiliare che ha attualmente l’incarico, avrebbe diritto alla provvigione se concludesse l’affare.

      Nel caso in cui è la tua agenzia a concludere l’affare, la provvigione spetta a te e il proprietario dell’immobile visto il vincolo dell’incarico in esclusiva dovrà pagare le penali se previste, come è riportato sul loro contratto.

      a presto.

  15. giovanni scrive:

    Salve volevo sapere ! Se la natura della provigione e’ la vendita e poi dopo le due parti si accordano per l’ affitto, l’agenzia avrebbe diritto alla provigione? Se e’ si in che percentuale? Non credo la stessa della vendita! Altrimenti non converrebbe l’affitto stesso. Grazie anticipatamente per la vostra risposta.

  16. giovanni scrive:

    Grazie della risp : volevo pero farvi sapere che questa pratica va avanti da diversi mesi dopo svariati tentativi con 2 3 banche sempre no per dei motivi assurdi a dir poco (a noi sembravano pretesti piu che motivi,) stanchi ci siamo messi dacc con il vend per l’affitto l’ agenzia come ne e’ venuta a conoscenza mi ha chiamato ancora non si e’ pronunciata ! Ma secondo me gli e’ venuta un po di strizza”””” vorrei precisare 1 cosa: io non e che non voglio pagare l’ agenzia anzi, ! Pero nemmeno voglio che mi costi quanto 1 anno di affitto”””” sicuramente se tra 1 anno trovero 1 banca che mi finanzi, sarei contento di pagare”””” anche perche sono molto utili in certi casi”””” ciao e grazie ancora.

  17. patrizio scrive:

    buon giorno,
    vorrei acquistare un immobile da un privato, con il quale ho già pattuito sia prezzo che tempistica. Lui però ha un mandato in esclusiva con una agenzia che scade a fine anno.
    per correttezza ho informato l’agenzia della mia trattativa conclusa e loro pretendono comunque una provvigione alta, e non come immaginavo, il pagamento di una consulenza per eventuale assitenza sui documenti.

    tra l’altro il prezzo pattuito tra me e il proprietario è più alto di ciò che l’agenzia ha pubblicizzato.

    Sono costretto a pagare la commissione o no?

  18. giovanni scrive:

    Carissimo patrizio la tua( correttezza) molto probabilmente ti costera cara!!!!! Ricorda che il mondo immobiliare e’ pieno di squali pronti a colpire! Almeno cerca di mettere la clausola ( qualora dovresti fare un mutuo) sul preliminare d’aquisto, salvo accettazione mutuo, e poi per quanto riguarda il prezzo finche non ce una proposta scritta puoi sempre ridiscuterne sia per la casa che per la provigione! Cmq l’ importante che ti piaccia la casa e se economicamente puoi sost le spese per il resto non ti preoccupare se il venditore vuole vendere sicuramente si adeguera’ al prezzo che ha messo nell’agenzia”’ non preoccuparti della correttezza pensa piuttosto a concludere l’ affare nel tuo interesse””””perche come hai notato tu stesso tutti fanno il loro gioco”” quindi tu fai il tuo senza pensare troppo agli altri”””” purtroppo in un mondo di squali ti devi adeguare ”’ ciao fammi sapere”’

  19. giovanni scrive:

    Carissimo matteo io non ho niente contro le agenzie”””” se leggi il post sopra te ne renderai conto! Pero’ non puoi certo negare che bisogna stare molto attenti prima di fare qualsiasi passo””” ho avuto a che fare con promotori che promettevano mari e monti se li avessi ascoltati ora sarei al verde e senza casa”””” se vado in agenzia coscente di tutti i pro e i contro sono assolutamente daccordo a pagare pero’ tante agenzie occultano tante cose finche non si arriva al dunque poi ti danno la mazzata! Secondo me sarebbe giusto avvisare il cliente di tutto al primo appuntamento! Per esempio a me hanno cercato di avvalermi di un loro avvocato a spese mie ! Poi ho sentito il mio avvocato e mi ha chiesto la meta dei soldi per la medesima cosa, cosa dovrei pensare? Ciao a presto!!!!

  20. Vittorio scrive:

    Scusatemi sono nuovo e desidererei sapere questo:
    Se incarico un’agenzia immobiolare di vendere il mio appartamento, e questo non viene venduto, devo pagare comunque qualcosa per il loro lavoro?
    Oppure si paga l’agenzia solo se l’appartamento viene venduto?
    Grazie per una Vostra eventuale risposta.

    Vittorio.

  21. giovanni scrive:

    Si paga l’agenzia o alla vendita o al preliminare di vendita firmato dall aquirente e venditore ‘ ti consiglio di stabilirebprima la commissione e mettere tutto per iscritto e quando paghi fallo o con assegno bancario o con bonifico intestato all’agenzia non a persone fisiche ciao

  22. Vittorio scrive:

    Grazie, Giovanni per la tua tempestiva risposta.
    Quindi se la vendita dell’appartamento non avviene non devo pagare nulla all’agenzia. Ho capito bene?

    Scusa se ti disturbo a quest’ora ma vorrei essere sicuro di avere capito bene.

    Grazie in anticipo per la tua cortesia nel rispondermi.

    Vittorio.

    • ImmobileIN ImmobileIN scrive:

      Ciao Vittorio,

      SI ha detto bene GIovanni.
      L’agenzia immobiliare solitamente percepisce la provvigione solo se vende

      Leggi il contratto che hai firmato o stai per firmare, da qualche parte dovrebbe esserci scritto che la provvigione è dovuta solo in caso di conclusione della compravendita. Potrebbero richiederti un rimborso spese al massimo, ma solo se scritto all’interno dell’incarico.

  23. giovanni scrive:

    Assolutamente no,,,, a meno che non hai fatto un preliminare e ti sei tirato indietro tu! E non il venditore

  24. Vittorio scrive:

    Grazie anche a te, immobilein, per l’ulteriore chiarezza alla mia richiesta d’aiuto.
    Siete tutti gentilissimi e disponibili nell’aiutare a chiarire i dubbi delle persone inesperte come me.

    Vittorio.

    • Ciao Vittorio,
      visto che hai appena iniziato un percorso di vendita del tuo immobile, non esitare assolutamente a chiedere info, appena possibile ti risponderemo. Inoltre sarebbe meglio fare qualsiasi domanda, direttamente sul forum, dalla provvigione all’incarico e a tutto il resto.
      http://www.immobilein.it/forum
      Ho creato il forum abbinato a questo blog proprio con la funzione di far confrontare le persone che hanno le stesse esigenze in un determinato periodo.

  25. giovanni scrive:

    Cmq non prendere alla lettera la mia risp sono solo una persona che come te ho avuto qualche esp con le agenzie ”” mi sono informato qui e dal mio avv sono piu precise le risp dell’ immobilien ciao buona serata!!

  26. giovanni scrive:

    Io sto comprando casa senza mutuo!! Quindi significa tanti soldini in meno di interessi!!!!! Allora sto facendo cosi : la casa costa 110 20 000 subito piu 600 euro mensili per circa 13 anni e tutte le spese a carico mio cosa ne pensate? Certamente i rischi ci sono ma il gioco vale la candela!!!! Poi se riusciro ( dopo qualche anno) ad avere il mutuo si fara il passaggio di proprieta per ora faremo solo un atto notarile dove specificheremo tutte le condizioni purtroppo in tempo di crisi cidobbiamo adeguare un po tutti !!!!

  27. giovanni scrive:

    Cmq il venditore e un mio carissimo amico d’ infanzia!!!!

  28. Gianni scrive:

    a marzo scorso ho visitato un alloggio in locazione tramite agenzia immobiliare, senza aver firmato il foglio di visita avvenuta. ll 31 marzo e’ scaduto il contratto tra l’agenzia e il locatore. Nel mese di aprile, attraverso subito.It, ho sottoscritto il contratto di locazione del medesimo alloggio direttamente col proprietario. Oggi, 12 agosto 2013, l’agenzia immobiliare mi ha chiesto la provvigione pari a una mensilità + lva del canone di locazione. Vi chiedo: poiche l’agenzia non possiede documenti comprovanti la visita all’alloggio da parte mia, devo pagare o no la provvigione all’agenzia?

    • ImmobileIN ImmobileIN scrive:

      Ciao Gianni

      La provvigione all’agenzia va pagata se c’è intermediazione. In questo caso c’è stata sicuramente , ma è la parola tua contro quella dell’agenzia.

      Se la vuoi mettere solo sul legale potresti anche non pagare, ma moralmente dovrebbe essere il contrario.

      A presto.

  29. Gianni scrive:

    ciò significa che, se la metto sul legale, il giudice comunque riconosce il diritto dell’immobiliare ad essere pagata…ma, in assenza di documentazione probante come nella fattispecie, potrebbe addivenire ad un equo importo…forse inferiore all’importo dovuto per contratto, vero? grazie

    • L’intermediazione o c’è stata o non c’è stata. Al di là della documentazione, se l’agenzia riesce a provare che il suo intervento è stato determinante per la conclusione dell’affare, indipendentemente dalla documentazione, dovresti pagare l’intera somma dovuta.

      Visto che non c’è niente di firmato, è la parola tua contro la sua, a meno che non intervengono testimoni o il proprietario dell’immobile dice che grazie all’agenzia ha affittato l’immobile.

  30. Gianni scrive:

    il proprietario dell’immobile ha già riferito all’agenzia di essere ignaro dei precedenti rapporti intercorsi tra me e l’immobiliare, di non avermi mai conosciuto prima e di aver affittato la casa a me, attraverso altre vie, dopo il 31 marzo 2013, data di scadenza del contratto di intermediazione.

  31. Maria scrive:

    Per cortesia sapete darmi una informazione
    So che vicino a casa mia breve si libera un appartamento e conoscendo il proprietario gli ho proposto un nuovo inquilino mio conoscente. Il proprietario mi ha riferito che di solito lo affittava tramite agenzia immobiliare.
    Ora io ho un dubbio:
    So che se ci si rivolge entrambi all’agenzia spettano come provvigioni l’equivalente di un mese di affitto sia da parte del proprietario che da parte dell’inquiino, ma in questo caso l’inquilino è comunque tenuto a dare la provvigione all’agenzia o la deve dare solo il proprietario dato che solo lui ha contattato l’agenzia?
    Vi ringrazio e porgo cordiali saluti.

    • ImmobileIN ImmobileIN scrive:

      Ciao Maria,

      Se il proprietario vuole concludere tramite agenzia immobiliare, non vedo altra scelta che pagare.
      Ovviamente non è obbligatorio, è più una scelta commerciale che legale.

      E’ un accordo che va preso con il proprietario prima di andare in agenzia.

  32. Avatar di TheSpecial TheSpecial scrive:

    Ciao.
    Vi racconto questa storia:
    Tizio, agente immobiliare, dopo la conclusione del preliminare di vendita chiede a Caio,venditore, il riconoscimento della propria provvigione (circa €5.000, piuttosto che i 9.000 calcolati sul 3%)
    Caio rifiuta.
    Tizio,nelle more della stipula del definitivo, iscrive ipoteca, per via della mancata provvigione, sull’immobile oggetto di vendita, al fine di danneggiare il venditore che nel preliminare si era impegnato a venderlo privo di qualsiasi ipoteca.
    Stante che il venditore dovrebbe riconoscere la provvigione, l’iscrizione dell’ipoteca,essendo a mio modo di vedere temeraria, può essere oggetto di indennizzo o comunque di risarcimento del danno in favore del venditore che vede andare in fumo una vendita di circa 300.000 €, stante che l’agente potrebbe agire diversamente, seppur sempre per vie legali, per il riconoscimento della propria provvigione.

  33. Massimo scrive:

    Salve, circa due anni fa ho messo in vendita a un’agenzia una casa e una porzione di terreno ad essa adiacente, l’agente è venuto presso l’immobile ha fatto delle foto ha dato una valutazione globale e ha messo la proposta sul sito e sulla vetrina, senza che io firmassi nulla o dessi nessuna esclusiva.
    Durante i due anni non mi ha mai comunicato nessuna trattativa , non mi ha mai cercato per dirmi “guarda proviamo ad abbassare il presso”…anzi sono venuto a sapere tramite terzi che ha fatto una visura camerale di tutti i terreni , anche quelli non in vendita e li ha proposti ai possibili acquirenti.
    Nel frattempo io mi sono dato da fare personalmente per vendere la casa, anche perchè essendo piuttosto vecchiotta più il tempo passava e peggio era.
    Quando mi sono accordato con un acquirente ( che si è presentato quale amico di un mio cugino) e sono andato a chiedergli la chiave, questi mi ha detto che la persona con cui trattavo aveva già visto la casa con lui e che voleva la provvigione da me e dall’acquirente.
    Siccome nella trattativa mia con l’acquirente ho abbassato il prezzo e rivisto le parti di terreno , e mi sono dato io da fare per la vendita , all’agenzia è dovuta la provvigione ? da entrambe o solo dall’acquirente ?..grazie

    • ImmobileIN ImmobileIN scrive:

      Ciao Massimo,

      Al di la della condotta dell’agenzia immobiliare che è potuta essere poco professionale o altro, anche se non hai firmato incarico se l’agenzia è in grado di dimostrare che il cliente acquirente ha visto l’immobile presso l’agenzia potrebbe richiederti la provvigione.

      Poi è tutto da dimostrare che non è stato incisivo nella conclusione dell’affare.

  34. Filippo scrive:

    Sto per firmare un preliminare di compravendita. Con l’agenzia abbiamo firmato un accordo su carta intestata FIAIP che prevede il pagamento entro 15 gg dall’accettazione dell’offerta. L’agenzia ora chiede di essere pagata subito (ma la fattura seguirà). Ho intenzione di pretendere la fattura proforma e pagarla entro i termini. E’ corretto?

  35. lucio scrive:

    Buongiorno sono Lucio , vorrei un vostro parere in merito alla provvigione che ho accordato con l’agenzia di intermediazione, ho fatto una proposta che è stata accettata per 191.000, mi sono accordato con l’agenzia, con una scrittura tra di noi, che ribadisce che il compenso se la compravendita fosse andata a buon fine, sarebbe stata a forfait di 1.000 euro.
    Potrei avere in futuro rivalse sia dalla stessa agenzia in quanto a roma si prendono in media un 3%, o rivalse da parte del fisco ?
    grazie e saluti.

    • ImmobileIN ImmobileIN scrive:

      ciao lucio,

      Non esiste una provvigione fissa, ma va concordata, quindi può essere di 1000 come di dieci volte tanto, certamente non si può ritrattare. Per quanto riguarda il fisco, certo per gli usi comuni è molto bassa, ma se alla fine paghi solo 1000,00 di certo non puoi dichiarare di più.

  36. Roby scrive:

    Ciao Ragazzi un tema un po complicato..abbiamo venduto casa a Roma tramite un Agenzia Immobiliare..che voleva il 4%..abbiamo trovato un Signore che la voleva acquistare per 110.000 Euro. Ci ha versato 20.000 Euro come Anticipo.. L´agenzia si e presa da questa somma 6.000 Euro di provvigione invece che 4.400 Euro perche ci ha fatto dei favori..sono rimasti cira 14.000 Euro..e abbiamo saldato il mutuo rimasto in bance e varie bollette. Dopo ca. 15 giorni il Signore ci ha detto che la casa non la puo comperare perche la Banca non gli da il mutuo ( 90.000 )..nel frattempo la casa e ristata messa in vendita da l agenzia su internet per 132.000 Euro..si e trovata una Signora che ha acquistato questa casa ci ha dato una volta 3.000 Euro..poi 33.000 Euro e finale in giorno del rogito 96.000 Euro ..in tutto 132.000 Euro. Adesso L´agenzia nostra ci ha detto di pagare da questa somma..13.000 Euro..che sarebbe 8.000 Euro per l agenzia nostra e 5.000 Euro per l agenzia della Signora che ha comperato..vi pare giusto che io pago due agenzie? In piu dobbiamo ridare la Somma di 20.000 Euro al Signore prima che e uscito dal contratto..per qui..132.000 – 13.000 – 20.000 -= 109.000 Euro. Io ho pagato L´agenzia mia la prima volta gia 6.000 Euro che non e andato in buon fine e si sono tenuti i soldi piu dopo il rogito altri 8.000 Euro..secondo me truffa ! Infatti a l ultimo e stato pagato di tasca mia..14.000 Euro l agenzia mia + l agenzia 5.000 del acquirente..mi sembra un po strana la cosa..facendo i conti..non mi e rimasto niente..132.000 -20.000 – 13.000 – 6.000 – piu mi chiedono altri 20.000= 73.000 Euro !! Voglio chiedere solo un consiglio qui..dato che ho messo un Avvocato di mezzo e spero di risolvere tutto ..grazie in anticipo..saluti

  37. Daniela scrive:

    Mio marito ha visitato l’anno scorso un’appartamento con un’agenzia immobiliare senza firmare nulla e senza manifestare alcun interesse perché a quel tempo non soddisfaceva le nostre condizioni e quindi non c’è stato più alcun contatto per quell’immobile né con l’agenzia né con il venditore.

    Io conoscevo già quell’immobile perché mi era stato segnalato da una mia amica prima ancora che mio marito lo visitasse con l’agenzia, ma lo avevo scartato proprio perché fuori dalle nostre esigenze.

    A distanza di un anno – dopo aver fatto anche altri tentativi di acquisto di altri immobili – le nostre condizioni/esigenze sono cambiate (si è abbassato anche il prezzo) e ci interessa quell’immobile da comprare.

    Secondo lei, l’agenzia ha diritto alla mediazione? posso far valere il fatto che io quell’immobile lo conoscevo già? probabilmente il venditore nemmeno si ricorda di noi tramite l’agente immobiliare, proprio perché allora non c’è stato alcun seguito.

    grazie per la risposta. saluti.

    • ImmobileIN ImmobileIN scrive:

      Salve Daniela,

      Se non ha firmato niente con l’agenzia sarebbe difficile dimostrare che ha acquistato l’immobile grazie all’opera di mediazione. Quindi a meno che l’agenzia non dimostra il contrario, ovvero che lei acquista grazie al loro operato, non deve pagare niente.

      Tuttavia il lavoro di un’agenzia immobiliare non finisce con la semplice visione di un immobile, ma va ben oltre. Io consiglierei sempre di passare tramite il lavoro di professionisti, visto che le insidie del mondo immobiliare sono tante. Ma questa è solo una opinione personale. Buona scelta.

  38. Alex scrive:

    Salve, più di un anno fa un agente immobiliare mi aveva mostrato un appartamento, che allora veniva venduto come ‘occupato’, in quanto abitato da un inquilino. All’epoca poteva interessarmi e ho visionato l’appartamento una seconda volta, cercando di capire se effettivamente portare avanti il discorso. Dopo un po’ però mi sono detto che non ne sarebbe valsa la pena, soprattutto perchè l’appartamento era in pessime condizioni ed era occupato (mi ero informato e i tempi per liberarlo non erano brevi). Avevo quindi abbandonato l’idea di valutarne l’acquisto, dirottando i miei interessi su altri appartamenti LIBERI (stavo infatti cercando la mia prima casa). Lo stesso agente immobiliare, che mi aveva scritto una mail in cui mi diceva di volermi ricontattare per parlarne dopo le vacanze estive del 2012, non si è più fatto vivo.
    Dopo diversi mesi noto, passando casualmente più volte davanti all’edificio, che l’appartamento aveva sempre le imposte chiuse. Un giorno incontro casualmente il proprietario per strada (lui abita nello stesso edificio dell’appartamento in vendita) e parlando viene fuori che l’appartamento si era liberato nel frattempo, e che era quindi disponibile ancora per la vendita. Decido allora di andarlo a trovare su suo invito e mi riconferma la disponibilità dell’appartamento ora divenuto libero. Mi dice anche che il contratto con l’agenzia con cui lo avevo visionato era scaduto da mesi, e che aveva affidato la vendita di quell’immobile ad un’altra agenzia, con cui però non aveva contratti di esclusiva, quindi mi ha garantito che avrebbe potuto venderlo anche privatamente senza nessun problema.
    Dopo qualche settimana, mi decido a fare la mia proposta di acquisto (verbale) direttamente al proprietario, che si prende del tempo per pensarci. Passano nel frattempo altri due mesi e il proprietario mi chiede di vederci. Mi dice che è intenzionato a vendermi l’appartamento alla cifra da me proposta, ma mi svela che sull’appartamento grava un’ipoteca piuttosto elevata (praticamente per tutto l’importo della cifra che gli ho proposto per l’acquisto).
    Dopo un’autentica Via Crucis di procedimenti, contatti presi, rinvii…riusciamo a definire la cosa e andiamo in atto di compravendita lo scorso Luglio.
    Oggi, passato qualche mese (siamo a settembre) mi arriva una raccomandata in cui l’agente immobiliare che mi aveva mostrato l’appartamento l’anno scorso, mi richiede il pagamento delle provvigioni…
    Mi chiedo se può farlo, dal momento che tramite lui la cosa era stata completamente abbandonata, lui non mi ha più cercato e io idem, avendo abbandonato l’idea di interessarmi all’appartamento…ma soprattutto, essendo cambiate le condizioni di vendita (prima era occupato e poi è divenuto libero quando già l’appartamento non era più in vendita presso questa agenzia), è lecita la sua richiesta di provvigioni?
    …a me sembra assurdo, e sinceramente, in buona fede, credo di non dovere dare nulla all’agente (dovrei pagarlo solo perchè mi ha accompagnato a vederlo?).

    Grazie

    • Ciao Alex,
      Innanzitutto complimenti per aver portato a termine una compravendita con ipoteca, non è da tutti.
      L’agente immobiliare può richiedere la provvigione ( almeno ci tenta ), ovvio che le condizioni sono molto cambiate da quando hai visionato l’immobile con l’agenzia e quindi credo che sia una partita da giocare, nel senso che un giudice potrebbe anche non accordare la provvigione al mediatore. Credo che sia comunque tutto da dimostrare. Quanto la visione dell’immobile a condizioni totalmente diverse possa aver influito nella conclusione dell’affare.
      Tuttavia, è sempre meglio un cattivo accordo che una causa vinta…

      • Alex scrive:

        A tutti gli effetti nelle condizioni precedenti, ovvero quando l’immobile risultava occupato, il mio interesse era assolutamente condizionato dalla fattibilità dell’averlo libero nel giro di poco, essendo la mia ricerca puntata sulla prima casa da abitare. Questo aspetto è fondamentale, perchè avendo poi verificato che i tempi per la liberazione di un alloggio, soprattutto se il condomino ha un’età superiore ai 60 anni, sono molto lunghi.
        Proprio per questa ragione, in una mail mandata all’agente dichiaravo che per l’appartamento in quelle condizioni non avrei speso più di 80 mila Euro (la richiesta invece era di 125000). L’agente mi rispose che si sarebbe fatto sentire dopo le vacanze estive 2012 per parlarne, ma non si è più fatto vivo. La cosa è quindi totalmente decaduta, dal momento che era evidente che l’affare non si poteva concludere in quelle condizioni. Per queste ragioni le mie ricerche si sono spinte altrove, successivamente, fino al momento in cui casualmente ho scoperto che le condizioni erano cambiate.

        Lei quindi mi suggerisci di arrivare a una trattativa con l’agente (e il suo avvocato)? In quali termini, secondo lei? Di norma credo di aver capito che la percentuale richiesta sia del 3% sul prezzo di rogito (nel mio caso 90000 Euro).

        Nel caso invece decidessi di portare avanti la causa, che cosa rischio di dover pagare, a parte il mio avvocato, se perdessi? Le provvigioni e basta? O anche le spese processuali? Non essendo mai stato coinvolto in questioni del genere, sono assolutamente inesperto…

        Grazie

        • Salve Alex,

          Questioni così delicate e nello specifico dovrebbe approfondirle con il suo avvocato. Come dice giustamente lei, le condizioni sono molto diverse da quando ha visto l’immobile, e questo fa presumere che ci sono buone possibilità di dimostrare che non c’è nesso tra il suo acquisto e l’agente immobiliare.
          Non posso darle la soluzione, ma probabilmente se deve pagare un avvocato le converrebbe scendere a patti con l’agente ( se questi vuole trattare ).

          Se perde ci sono anche le spese processuali. Ma come ho detto prima per vederci chiaro dovrebbe parlarne con il suo avvocato.

          • Alex scrive:

            Per cronaca:

            alla fine ho accettato il consiglio del mio avvocato: ho pagato la percentuale concordata dell’1% all’agente immobiliare (che chiedeva invece il 3%).

  39. nives scrive:

    salve,
    io e mio marito ci siamo rivolti in un’agenzia immobiliare per cercare una casa in affitto.
    Ci siamo subito interessati a una casa, volevano €430 di affitto ma noi volevamo spendere qualcosina in meno, quindi l’agente ci ha detto che si poteva fare una proposta scritta al proprietario della cifra che volevamo spendere noi, quindi di €400.
    Al momento della stipula di questa proposta ci viene detto che dovevamo dare una cauzione di €400(quindi una mensilità) solo per fare questa proposta che se veniva accettata andava a coprire una delle 3 mensilità di cauzione, se invece non veniva accettata ci sarebbe ridata indietro.
    La proposta è stata scritta il 9 settembre 2013 e entro 5 giorni (come scritto) dovevano dirci se accettavano o meno; oltre a tutti i dati nostri, dei proprietari e dell’immobile c’era anche scritto che in data 1 ottobre 2013 avrebbe avuto decorrenza il contratto di locazione e che noi dovevamo avere le chiavi in mano per il trasloco il 24 settembre 2013.
    I proprietari ci risposero dopo 4 giorni che volevano avere un garante, non accettarono mio cognato quindi poi ci fece da garante mio padre ma i tempi si prolungarono.
    Da proposta scritta oggi noi dovevamo avere già le chiavi in mano per iniziare il trasloco ma l’agenzia ancora non mi ha saputo dire niente. Oltre ai miei €400 di cauzione per la proposta posso anche pretendere un risarcimento perchè loro non hanno rispettato i tempi scritti?

    • Ciao Nives, certo se non vengono rispettati gli accordi dopo aver firmato e se è stata incassata la caparra, puoi pretendere dal proprietario dell’immobile il doppio. Da valutare poi quanto possa convenire in termini economici ( avvocati ecc,) visto che la cifra in gioco non è come quella di una compravendita.
      A presto.

  40. Antonella scrive:

    cortesemente avrei bisogno di un consiglio: un’agenzia immobiliare sta vendendo un box e chiede il 10% di provvigione.
    Prima di tutto è legittimata a farlo? (a me sembra un furto) poi se io non acquisto e dopo la scadenza acquista un mio parente che vive con me ma non ha avuto contatti con l’agenzia, possono richiederli il pagamento della provvigione? Grazie!

  41. Pasquale scrive:

    Ciao , mi chiamo Pasquale , avrei bisogno di un consiglio . Sto acquistando casa , con il metodo dell ‘ affitto riscatto , in più beneficiando del contributo statale per le giovani coppie . Mi sono ritrovato ad acquistare la stessa tramite un Agenzia di intermediazione . Pagherò come concordato con il la proprietà un canone di affitto , per 24 mesi , poi andremmo a rogito . Ora l’agenzia di mediazione scalpita per riscuotere la provviggione . Vorrei sapere quando devo pagarla ?? Ora ho al momento dell’acquisto . Visto che per il momento firmerò un pre contratto in cui mi impegno a pagare un affitto e poi la restante somma , decurtando lo stesso ? Volevo anche precisare che la casa essendo vincolata da un contributo regionale era di pubblico dominio . Quindi l’agente mediatore non ha fatto altro che accompagnarmi a visitare la casa e farmi conoscere il proprietario . La ringrazio anticipatamente .

    • Salve Pasquale,

      La provvigione solitamente, va regolata al momento della firma della proposta di acquisto o al massimo al preliminare, ovviamente tutta la provvigione. Questo perchè nel momento della firma entrambi vi siete vincolati, quindi la vendita è avvenuta indipendentemente dal patto di affitto per i primi 24 mesi.

      Se il mediatore ti ha fatto vedere l’immobile e tu hai acquistato, è stato determinante per la conclusione dell’affare.

  42. gian scrive:

    salve ho un problema di questo tipo:
    vendevo un appartamento con annuncio privato un cui invitato le agenzie a non immischiarsi. mi ha contattato una di queste dicendomi che lo facevano a provvigione ZERO. l’affare è andato a buon fine (l’agenzia ha percepito la provvigione dall’acquirente) e ora mi è giunta la fattura dell’agenzia in cui mi chiede il 3%.
    premesso che non c’è stato mandato da parte mia, che gli accordi “verbali” erano provvigione ZERO e che nessuno di loro ha mai accennato a qualche pagamento dovuto da parte mia, possono farlo?
    c’è modo di rivalersi?
    grazie mille e a presto

  43. GAETANO scrive:

    Salve mi chiami Gaetano avrei bisogno di essere informato su alcune situazioni riguardanti il mio immobile. Ho fatto un contratto con un agenzia immobiliare per la vendita del mio appartamento. Sono trascorsi ben cinque mesi e ancora non ho fatto nessuna proposta di acquisto. A questo punto voglio disdire il mandato all’agenzia. Cosa debbo in termini economici all’agente immobiliare? Grazie.

    • ImmobileIN ImmobileIN scrive:

      Ciao Gaetano,
      quello che è scritto nel contratto che in genere è niente. L’agenzia dovrebbe percepire le provvigioni solo se effettua la compravendita, o al massimo il rimborso delle spese sostenute per la gestione dell’incarico, sempre se è menzionato nel contratto firmato.
      Comunque anche se fai la disdetta ora, devi aspettare la naturale scadenza.

  44. Alessia scrive:

    Buonasera, avrei bisogno di un chiarmineto, stiamo prendendo un appartamento in affitto, ci hanno chiesto una provvigione del 10% in poche parole tra provvigione e iva paghiamo all’ agenzia piu di 800 euro all’anno. La domanda è questa, devo pagare questi 800 euro solo il primo anno o per tutti gli anni che resto in affitto?
    Spero possiate aiutarmi grazie mille :bye:

  45. Simona scrive:

    Buonasera,
    avrei bisogno di un consiglio. Circa 6 mesi fa ho messo in vendita un apppartamentino a roma e circa 1 mese fa l’agenzia a cui ho dato l’esclusiva mi presenta una proposta di acquisto che io accetto dicendomi però che si farà direttamente il rogito perchè l’acquirente ha molta fretta di concludere, mi chiede tutti i documenti da anticipare al notaio della parte acquirente per controllare che non ci siano ipoteche o problemi vari, dopo qualche giorno mi richiama l’agenzia dicendomi che manca un documento (del quale io non sono in possesso) ovvero la DIA, che quando io comprai casa non era obbligatoria fare, mi dicono che con 3.500 e un paio di settimane tutto si risolverà ma a quel punto l’acquirente si tira indietro e rinuncia perchè non vuole aspettare. Ora l’agenzia pretende la provvigione, non solo la mia parte ma anche quella dell’acquirente (entrambe a carico mio) altrimenti mincaccia di farmi causa! Che devo fare???

    • Ciao Simona,

      Quando firmi un incarico e poi proposta con agenzia immobiliare, dichiari che l’immobile è conforme urbanisticamente, sei responsabile della regolarità dell’immobile.
      Secondo me l’acquirente non può tirarsi indietro, se al momento dell’atto definitivo dal notaio fai trovare tutta la documentazione in regola.

      Comunque dipende tutto da cosa hai firmato e se hai incassato la caparra.
      In ogni caso l’agenzia potrebbe pretendere la provvigione solo date, non vedo come possa volere anche la parte dell’acquirente.
      Informati bene prima di fare qualunque cosa.

  46. Danilo scrive:

    Buongiorno, l’agenzia immobiliare ha richiesto di incassare la provvigione al compromesso. E se la vendita non andasse a buon fine posso richiederne il rimborso? Grazie

  47. Danilo scrive:

    Grazie Matteo, volevo anche sapere se nel contratto preliminare ha valore legale specificare che l’acquirente rinuncia al risarcimento del doppio della caparra in caso di mancata conclusione. Ancora grazie e complimenti.

  48. marco scrive:

    BUONGIORNO..vi spiego il mio caso.
    casa in vendita in agenzia..un acquirente fa una proposta di aquisto non accettata e neanche a conoscenza dai 2/3 dei proprietari della casa(ci sono 12 proprietari causa casa avuta in eredità)
    Il contratto con l’agenzia va i scadenza naturale a giugno.ad agosto metto la casa in vendita su internet e si presenta questo tizio per l’acquisto dicendomi che era gia stato in agenzia a febbraio ed aveva fatto la proposta di cui la maggior parte non sapeva neanche l’esistenza.
    chiedo:se vendiamo la casa dobbiamo la provvigione all’agenzia?
    GRAZIE

    • Ciao Marco,

      E’ chiaro che l’acquirente è venuto a conoscenza dell’immobile grazie all’agenzia immobiliare, oltre questo c’è addirittura una proposta di acquisto che prova il lavoro svolto.
      Anche se non c’era stata una proposta di acquisto comunque l’agenzia ha diritto alla provvigione.

      Immagina se funzionasse al contrario cosa accadrebbe:
      Il cliente interessato ad un’immobile dopo averlo visto con l’agenzia immobiliare, aspetterebbe la scadenza dell’incarico con l’agenzia e poi tratterebbe direttamente con il proprietario. In pratica a te sta succedendo la stessa cosa, anche se sicuramente in buona fede e senza un pre-accordo tra di voi.

      Quindi l’agenzia ha diritto alla provvigione.

  49. Laura scrive:

    Circa un mese fa su internet ho visto un appartamento in vendita proposto da una agenzia immobiliare. Sono andata a vederlo e ho dedotto che il prezzo era troppo alto per la tipologia mostratami. Ora, a distanza di un mese il proprietario (che dice di non aver firmato nessun incarico con l’agenzia) ha messo l’annuncio, come privato in un’altro sito, ad un prezzo molto inferiore che potrebbe andarmi bene. Io, che non ho firmato nulla all’agente che non sa neppure come mi chiamo, devo pagare una provvigione?

  50. Paola scrive:

    Buongiorno,
    ho una domanda da fare, vi spiego in breve: ho trovato tramite il sito immobiliare.it un appartamento interessante per il mio budjet e le mie esigenze.
    La vendita di questo immobile è affidata a un’agenzia immobiliare che io ho provveduto a contattare e con cui ho avuto modo di visionare l’appartamento in questione.
    Sarei veramente interessata all’acquisto, peccato che su 60.000 euro di immobile l’agenzia mi chieda la sporadica cifra di € 5.000 + iva ( € 6.100 ), pari a circa il 10% del suo valore.
    Ora io mi chiedo, possono fare una cosa del genere? Loro si sono “giustificati” dicendomi che per gli immobili al di sotto dei € 100.000 applicano una tariffa fissa pari a quella sopra citata.
    Ma è comunque un furto!!!!!! Che posso fare? Soprattutto io questa casa la vorrei davvero acquistare! Ho già cercato di trattare con l’agenzia, ma non c’è stato verso di scendere neanche di un centesimo.

    Qualcuno mi saprebbe dire come muovermi?
    Vi ringrazio molto.

    Paola

    • Ciao Paola,
      Mi fa piacere che hai trovato casa, oggi sembra quasi una rarità che acquirente e venditori si incrocino.

      Rispondo alla tua domanda: non esiste una tariffa fissa per la provvigione che l’agenzia immobiliare deve percepire. Dovrei consigliarti di cambiare immobile, ma se hai trovato quello che ti interessa, ti consiglio di non perderlo, e poi anche se trovi un altro immobile con un’altra agenzia non è detto che ti chiedano una provvigione più bassa.
      C’è da dire che magari ti hanno chiesto una provvigione di 5000 perchè hanno tirato troppo sul prezzo con il venditore. Quindi prendila così, l’agenzia immobiliare ha trattato già per te, contrariamente l’immobile sarebbe costato di più.

  51. Giovanni scrive:

    Buonasera,
    avendo preso accordi sia verbali che scritti (nel incarico conferito e firmato solo dall’agente immobiliare al punto “Mediazione” non è stato riportato nessuna percentuale ne cifre) per la compravendita di un ufficio, devo comunque pagare la provvigione? L’agenzia immobiliare ha minacciato di procedere tramite avvocato se non pago. Cosa mi consuglia?
    Saluti
    Giovanni

    • Salve Giovanni, è strano che il patto sulla provvigione non sia stato accordato nell’incarico, in ogni caso se la mediazione è avvenuta, andando in un tribunale il giudice accorderebbe la provvigione all’agente seguendo gli usi secondo la zona di riferimento. Secondo me deve pagare, ma questa è una mia interpretazione. Prima di procedere le consiglio di sentire un avvocato.

  52. Elisa scrive:

    Salve, volevo farvi una domanda: Ieri sfogliando internet, ho visto un immobile che mi è piaciuto molto. Essendo vicino la mia zona attuale di residenza, ho fatto un salto per vedere da fuori l’immobile ma non trovandolo, ho chiesto informazioni ed essendo una piccola borgata, un vicino che è pure parente dei proprietari, mi ha portato direttamente dai proprietari, che mi hanno fatto vedere all’istante parte dell’immobile,perchè il primo piano risulta locato. Poi nel pomeriggio è riuscito a farmi vedere anche il resto della palazzina grazie alla disponibilità dell’inquilino. Da subito,la signora mi ha detto che di mezzo c’è l’agenzia e che era giusto comunque avvisare l’agenzia per vedere di venirci incontro sulla percentuale. Be l’agenzia le ha detto che visto la situazione, il massimo che può fare è farci pagare un 2,50% a testa invece di 3% Lei mi ha continuato a dire che le sembra male rifiutare e pagare invece solo la penale perchè sono delle brave persone ma se lo fossero sicuramente ci sconterebbero di molto la percentuale a loro dovuta visto che loro non hanno fatto nulla in tutto questo! Io credo invece che a questo punto converrebbe solo pagare la penale, che a lei hanno detto che ammonta al 70% del 3% pattuito e dividerla in 2… ci guadagneremo sicuramente! La legge cosa dice in questo caso se non è stata l’agenzia a farti vedere la casa? Lunedi abbiamo l’appuntamento con la proprietaria per andare in agenzia ma prima di andare vorrei capire come muovermi e se a questo punto ,penale per penale potremmo proporgli un 3% totale che nel nostro caso ammonterebbe a 3750 euro e che magari si potrebbe arrotondare a 2000 euro a testa… Grazie!

    • Ciao Elisa, questa più che una questione legale è una questione di onestà. TI voglio dire di più, se andavi in agenzia, facendo condurre la trattativa all’agenzia magari riuscivi a tirare di più del costo della provvigione.
      Comunque se l’agenzia scopre il raggiro può chiedere sicuramente la provvigione per intero.

      • Elisa scrive:

        Ha deciso la proprietaria di farmela vedere. Io sono stata onesta dicendole che per me non c’erano problemi se si doveva contattare l’agenzia..Comunque la proprietaria è stata altrettanto onesta perchè ha chiamato l’agenzia e ha detto tutto. Chiedevo solo se a questo punto non era più conveniente per noi, pagare solo la penale e dividere… Oppure se c’è possibilità di accordarsi con l’agenzia per pattuire una percentuale più bassa…Grazie

  53. Marco scrive:

    buongiorno, volevo chiedervi una info. Io più di un anno fa, ho visitato una casa con un agenzia, per poi abbandonare l’idea di acquistare casa. Ora potrei acquistare quella casa, devo andare sempre tramite agenzia, o posso andare direttamente dal costruttore senza rischiare alcuna penale?

    • Ciao Marco,
      Se l’agenzia dovesse dimostrare che è stato determinante il loro intervento per farti fare la compravendita Dovresti pagare la provvigione. In ogni caso è passato molto tempo e magari anche le condizioni di acquisto, tipo il prezzo o la modalità di pagamento, questo potrebbe agevolarti nel non pagare. Ma è sempre interpretabile.

  54. Paola scrive:

    segnalo questa sentenza della cassazione che potrebbe rivelarsi utile:
    http//www.altalex.com/index.php?idnot=64489

    • Alex scrive:

      Mi fa piacere leggere questo articolo. Rispecchia per diversi aspetti il mio caso e forse avrei evitato di pagare la richiesta di provvigione.

      Probabilmente, avessi avuto il tempo (e i soldi) per proseguire in una causa, non avrei seguito il consiglio del mio avvocato quando ho dovuto pagare la provvigione richiesta dall’agente immobiliare, che mi ha solamente mostrato la casa la prima volta. Per chi fosse interessato ad approfondire il mio caso, potrà leggere il racconto postato in data 24 Settembre 2013.

      Alla fine della questione, ho accettato di pagare l’1% all’agente (che chiedeva il 3%).

  55. Ciao alex,
    Non credo sia giusto colpevolizzare tutti gli agenti immobiliari d`Italia per la scorrettezza di qualcuno. La crisi potrebbe anche far commettere errori di valutazione a causa delle spese e bollette che pressano, ma da qui a farlo addirittura diventare un nuovo modo di operare credo che si troppo lontano.
    Fra qualche giorno dovrei uscire con un nuovo post, dove parlo del nuovo modo di operare che aiuta le agenzie immobiliari a trovare casa per i clienti con maggiore efficacia.
    Seguitemi.

    Vado per un attimo fuori tema:
    Approfitto per dirvi che per darmi un piccolo aiuto, basta condividere un post a vostra scelta su un social, tipo facebook, twitter o google plus…grazie.

    • Alex scrive:

      Ciao Matteo, non intendevo assolutamente generalizzare, ma mi sembra di capire che sono diversi i casi in cui, evidentemente, il comportamento di taluni agenti immobiliari è riprovevole (non mi riferisco solo alla richiesta di provvigioni, ma anche ad alcune modalità con cui svolgono il proprio lavoro). Ho cercato casa per circa due anni, e ne ho incontrati molti…

      Di certo le spese e le bollette le pagano tutti, ma per fortuna c’è ancora qualcuno che non adotta il principio ‘mors tua vita mea’….questo distingue un onesto lavoratore (qualunque mestiere egli faccia), da un qualsiasi s******o che se ne frega del prossimo pur di intascarsi due soldi.

      Il caso citato da Guido non è che l’esempio più chiaro di questo concetto.

      • Qui non dobbiamo difendere nessuno, ne però dobbiamo condannare. Se hai cercato casa per due anni mi rendo conto che hai una buona esperienza e ne avrai la pancia piena di agenzie e agenti, provvigioni e tutto il resto. Possiamo dire che la crisi immobiliare degli ultimi anni farà una buona selezione naturale a favore dei clienti.

  56. Guido, assolutamente la crisi non autorizza a delinquere, questo è ovvio. Secondo me il problema è alla base, va oltre le associazioni di categoria. Le leggi non tutelano sopratutto la parte debole contrattuale e osservando anche il contratto di cui tu parli, un certo sbilanciamento c’è. Purtroppo l’Italia è un groviglio di cavilli che anche gli esperti, nel settore immobiliare come anche in altri settori, non riescono a venirne a capo. Questa mancanza di regole certe non fa altro che agevolare i pochi disonesti.

  57. Grazie a tutti per i commenti, anche e sopratutto a quelli che lasciano la propria esperienza a favore di altri utenti.
    Invito tutti quelli che vogliono approfondire le discussioni generate su questa parte del sito (blog), di continuare sulla sezione forum seguendo il link sotto, per quanto riguarda la questione “provvigione agenzia immobiliare”
    http://www.immobilein.it/forum
    Potete fare domande, rispondere aiutando altri utenti o semplicemente raccontare la vostra storia. :good:

  58. stefania scrive:

    Una domanda, da persona che ignora le norme relative all’argomento: l’agenzia mi ha fatto firmare un mandato in cui mi chiede 1500 euro x una vendita di attività commerciale che si concluderà a 10000 euro. Al momento non ci ho pensato ma mi sembrano davvero troppi, posso fare qualcosa?

  59. Loredana scrive:

    Buongiorno,
    mi occupo da molti anni come procraciatore nella compra/vendita di immobili per clienti privati.
    Spesso mi trovo a dover chiedere collaborazione con l’agenzia immobiliare che conosco da tempo e che insieme concludiamo diversi affari.
    Alla conclusione dividiamo la commissione in parti uguali.
    Insieme ad un altro fiduciario riusciamo a chiudere l’affare, quindi la commissioni viene suddivisa in parti uguali fra noi tre. Se non fosse che un altra persona la quale dichiara che fu lui a informare il fiduciario dell’oggetto e quindi pretende la sua commissione pari a tutti noi.
    Da qui la mia domanda:
    Qual’é la percentuale di commissione per coloro che danno “voce” su un oggetto?
    Grazie Loredana

  60. girba scrive:

    salve, avrei bisogno di un urgente consiglio/delucidazione, tempo addietro vidi un annuncio su subito per la vendita di un immobile, decidemmo di prenderne visione, nulla faceva presagire l’intervento di un mediatore essendo sull’annuncio riportato la clausola non agenzie, al momento della visione ci si presenta una persona che si spaccia per amico del titolare dell’immobile, e così si fa ritenere per tutto il tempo, nel preliminare non viene menzionato alcun compenso, e tale persona non viene nominata, dopodomani abbiamo il rogito, oggi contatto il presunto amico per chiedergli informazioni riguardo a chi indirizzare l’assegno, prima di riagganciare fingendo noncuranza mi chiede se avessimo parlato di provvigione, la mia domanda è questa?lui ha diritto di provvigione anche se non ci si era mai accordati a riguardo pensando fosse effettivamente amico del proprietario?ora, noi abbiamo deciso di acquistare l’immobile supponendo di spendere una data cifra, preventivamente concordata, lui ha sempre fatto da intermediatore non per nostra scelta, e sempre dichiarato amico del venditore, e che svolgeva tale funzione in quanto tale,se avessi saputo che voleva una provvigione e che lui figurasse come agente probabilmente non avrei mai firmato, sono tenuto a dargli la provvigione? ringraziandovi della disponibilita, resto in attesa di una gentile risposta distinti saluti

  61. La provvigione scatta nel momento in cui c’è consapevolezza da parte di tutti della mediazione. In questo caso, non c’è consapevolezza, il problema è dimostrarlo se si arriva in sede giudiziaria. Se non avete firmato niente oltre al preliminare dove non si parla di mediazione, non dovreste avere problemi.

  62. Alex scrive:

    Vorrei avere un’informazione urgente:

    dopo la cifra che ho dovuto pagare (1000 Euro) all’agenzia che mi aveva fatto scrivere dall’avvocato incaricato (rimando alla questione che ho già ampiamente descritto in alcuni post precedenti), io ho richiesto tramite il mio legale al legale che rappresenta l’agenzia di farmi pervenire regolare FATTURA della cifra che ho pagato.

    E’ nel mio diritto ritengo, anche perchè diversamente questi sarebbero soldi fatti pervenire all’agenzia senza le regolari tassazioni. Giusto?

    Lo chiedo semplicemente perchè è passato un mese e ancora non ho ricevuto nulla nonostante i costanti solleciti.

    Grazie

  63. girba scrive:

    la ringrazio della tempestività e della chiarezza, spero di non dover arrivare a tael punto. distinti saluti.

  64. elisa scrive:

    Buongiorno,avrei bisogno un parere.Un’agenzia immobiliare mi ha proposto un immobile a cui ho detto di non essere interessata perché non eravamo intenzionati a comprare in quella determinata zona.Ho trovato poi un’annuncio privato in un negozio scritto dalla padrona dell’alloggio e visionato con lei.Non aveva l’eslusiva di nessuna agenzia ma l’aveva detto a un paio di A.I senza firmare niente.Ieri mi ha telefonato la persona che mi aveva proposto l’immobile pretendendo la provvigione perché lui me l’aveva proposto…ma io dico scherziamo??? Come mi devo comportare? Grazie

  65. Giovanni scrive:

    Buonasera, volevo chiedere se se in un mandato di vendita alla voce provvigioni non è stato messa la percentuale da corrispondere all’agenzia (in quanto si era pattuito che nulla sarebbe stato dovuto), a livello legale ha una validità o no. (C’è chi sostiene che comunque anche se non c’è la percentuale io devo corrispondere lo stesso la mediazione). Come mi devo comportare? Mi conviene andare da un legale e sostenere una causa o mi conviene pagare?.
    Saluti
    Giovanni

  66. Elisa scrive:

    Salve,
    in questi giorni ho fatto una proposta di locazione pluriennale per un appartamento e l’agente mi ha chiesto una provvigione del 15% dicendomi che è quella prevista per la provincia di milano.
    Ho fatto notare che mi è sembrata un pò elevata ma mi è stato ribadito che questo è quello previsto!
    Non avendo altre esperienze d’affitto, potete chiarirmi quali sono le normative che regolano la provvigione e dove posso reperire le informazioni.

    Grazie mille anticipatamente.

  67. Gion Maiuolo scrive:

    Buongiorno, vorrei proporle un quesito:
    Devo mettere in affitto casa mia perché, ho acquistato un casa all’asta.
    Ho chiesto ad un’agenzia immobiliare che mi aiutasse a trovare un locatore,
    Ho detto ripetutamente che l’affitto sarebbe concluso positivamente solo se mi venisse accettato il mutuo. Abbiamo firmato una proposta d’affitto in cui si stabiliva che l’affitto sarebbe entrato in vigore il 01/12/2013 e, i locatori mi hanno dato metà della caparra, purtroppo non abbiamo ancora firmato per l’accettazione del mutuo, anche se dovrò firmare la prossima settimana, di conseguenza i locatori non vogliono più la casa fino a questa primavera.
    La mia domanda è: devo pagare comunque l’agenzia e, devo restituire la caparra anche se sono loro che rinunciano?

  68. La provvigione andrebbe pagata perchè l’affare è stato concluso con l’incasso della caparra, se sono loro a rinunciare non c’è motivo di rinunciare alla somma percepita. Ma a quanto leggo mi pare le loro non vogliono più casa perchè non è ancora disponibile?

Add Comment Register



Lascia un Commento

Close
Condividi ogni nostro passo che facciamo sul web
Cliccando su uno dei pulsanti social sarai sempre in contatto con noi